www.comune.villorba.tv.it



Logo del Comune di Villorba

CITTÀ DI VILLORBA

provincia di Treviso


HomePage > Uffici e servizi > Servizi Sociali > Assistenza Economica


1) BENEFICI ECONOMICI PER SINGOLI E FAMIGLIE



LINK ALLA PAGINA DI RIEPILOGO CONTRIBUTI REGIONALI PER LE FAMGILIE 2017



S.I.A. - SOSTEGNO INCLUSIONE ATTIVA
A chi si rivolge?
Ai nuclei familiari che presentano i seguenti requisiti:
-    ISEE inferiore ai 3.000,00 euro;
-    presenza nel nucleo di almeno un componente di minore età o di un figlio disabile, o di una donna in stato di gravidanza accertata;
-    residenza in Italia da almeno 2 anni;
-    essere cittadino italiano o comunitario o suo familiare titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, ovvero cittadino straniero in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo;
-    non beneficiare di NASPI, ASDI, o di altri strumenti di sostegno al reddito dei disoccupati o della carta acquisti sperimentale;
-    non ricevere già trattamenti di natura previdenziale, indennitaria e assistenziale superiori a 600 euro mensili;
-    non possedere autoveicoli immatricolati la prima volta nei 12 mesi antecedenti la domanda oppure autoveicoli di cilindrata superiore a 1.300 cc o motoveicoli di cilindrata superiore a 250 cc immatricolati nei tre anni antecedenti la domanda


In che cosa consiste?

Si tratta di una nuova misura di contrasto alla povertà introdotta dalla Legge di Stabilità 2016.
Prevede l'erogazione di un sussidio economico, da parte dell'INPS, alle famiglie in condizioni disagiate, nelle quali siano presenti persone minorenni, figli disabili o una donna in stato di gravidanza accertata.
Per godere del beneficio il nucleo familiare dovrà aderire al progetto di presa in carico predisposto dal Comune di residenza, volto al superamento della condizione di povertà, al reinserimento lavorativo e all'inclusione sociale. 


Come si accede?
E' possibile presentare domanda presso i Servizi Sociali del Comune, fissando preventivamente l'appuntamento con l'Assistente Sociale ai numeri 0422 6179812 – 0422 6179850.



CONTRIBUTI ALLE FAMIGLIE RESIDENTI NEL TERRITORIO COMUNALE PER LA FREQUENZA DEGLI ASILI NIDO E SCUOLE DELL'INFANZIA NON STATALI O STRUTTURE SIMILARI.


A chi si rivolge?
Alle famiglie residenti nel comune di Villorba i cui figli frequentino asili nido o le Scuole dell'Infanzia non statali o strutture similari fra le quali rientrano le Scuole dell'Infanzia parrocchiali di Lancenigo, Fontane, Villorba e Visnadello (comprese le sezioni primavera di Fontane e Lancenigo e il nido integrato di Villorba).


Attenzione: per gli asili nido o strutture similari il contributo viene concesso solo per motivi di lavoro dei genitori. Entrambi devono essere impegnati con regolare attività lavorativa, almeno in orario antimeridiano, fatta eccezione dei nuclei dove sia presente un portatore di handicap. Nel caso il bambino conviva con uno solo dei genitori, è sufficiente che questo presti attività lavorativa.

 

In che cosa consiste?

Sono previsti contributi mensili calcolati in base all'ISEE ordinario (o ISEE minori se sussiste il caso) in corso di validità, per l'anno 2017-2018 così stabiliti“

 

Scuole dell'Infanzia – contributo massimo mensile € 50,00: 

ISEE

contributo comunale 

Da

a

%

max mensile

max annuale 
(10 mesi di scuola)
 

 

€ 0,00

€ 19.999,99

100%

€ 50,00

€ 500,00 

 

€ 20.000,00

€ 30.000,00

70%

€ 35,00

€ 350,00 

 

oltre € 30.000,00

zero 

 

 

Sezioni primavera – contributo massimo mensile € 70,00: 

ISEE

contributo comunale 

Da

a

%

max mensile

max annuale
 (10 mesi di scuola)
 

 

€ 0,00

€ 19.999,99

100%

€ 70,00

€ 700,00 

 

€ 20.000,00

€ 30.000,00

70%

€ 49,00

€ 490,00 

 

oltre 30.000,00

zero 

 

 

Nido integrato – contributo massimo mensile € 200,00: 

ISEE

contributo comunale 

Da

a

%

max mensile

max annuale
 (11 mesi di scuola)
 

 

€ 0,00

€ 19.999,99

100%

€ 200,00

€ 2.200,00 

 

€ 20.000,00

€ 30.000,00

70%

€ 140,00

€ 1.540,00 

 

oltre 30.000,00

zero 

 

 

È previsto inoltre quanto segue:

- nel caso i genitori abbiano residenze diverse, si farà riferimento alla residenza del minore;

- in caso di frequenze ridotte rispetto all'intera giornata o quote ridotte della retta il contributo verrà proporzionalmente ridotto;


Come si accede?

La domanda per l'accesso al contributo deve essere presentata ai Servizi Sociali entro data di inzio anno scolastico stabilita dalla Regione Veneto, su apposito modulo e corredata di tutti gli allegati necessari.



CONTRIBUTI ASSISTENZIALI


A chi si rivolge?
Sono interventi rivolti a singoli e famiglie residenti nel Comune di Villorba che si trovino in situazioni di bisogno socio-economico e siano privi di una rete familiare in grado di supportarli economicamente.
In che cosa consiste?

Sono previsti contributi economici continuativi e contributi economici straordinari per emergenze contingenti ed eccezionali o per spese rilevanti (acquisto generi alimentari di prima necessità, pagamento totale o parziale di utenze domestiche, sostegno spese sanitarie non coperte dal Servizio Sanitario Nazionale, ecc.).

L'assistente sociale effettua la valutazione delle problematiche sociali e della rete familiare definendo un progetto sociale individualizzato e proponendo l'intervento economico secondo criteri di integrazione al "minimo vitale". Per impellenti necessità possono inoltre essere erogati dal Comune buoni economici straordinari (voucher sociali) di importo contenuto.
Come si accede?

Occorre rivolgersi all'Assistente sociale del Comune nei giorni di ricevimento.


ASSEGNI PER I NUCLEI NUMEROSI

L'art. 65 della legge 23 dicembre 1998, n. 448, prevede la corresponsione di un assegno ai nuclei familiari con almeno tre figli minori.
L'assegno è erogato a favore dei nuclei familiari composti da cittadini italiani o comunitari residenti o cittadini di paesi terzi che siano soggiornanti di lungo periodo, nonché dai familiari non aventi la cittadinanza di uno Stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, con tre o più figli tutti in età inferiore ai 18 anni, che risultino in possesso di risorse economiche non superiori al valore dell'indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) pari a 8.555,99 euro.
L'assegno, concesso dal Comune ed erogato dall'INPS, è corrisposto a domanda.
Quest'ultima deve essere presentata annualmente entro il 31 gennaio dell'anno successivo a quello a cui fa riferimento.
L'importo massimo dell'assegno mensile, corrisposto per n. 13 mensilità, è pari a 141,30 euro (prestazione annua 1.836,90 euro).


 

ASSEGNI DI MATERNITA'

L'art. 74, comma 4, della legge 26 marzo 2001, n. 151, prevede la corresponsione di un assegno di maternità alle donne, cittadine italiane o comunitarie o in possesso di carta di soggiorno ai sensi dell'art. 9 del decreto legislativo n. 286 del 1998 o cittadine straniere in possesso dello status di rifugiate politiche (art. 27 del D.lgs 19/11/2007 n. 251). L'assegno è corrisposto in occasione della nascita, dell'affidamento preadottivo e dell'adozione senza affidamento. E' erogato a favore delle donne che non percepiscono altre indennità di maternità obbligatoria o che percepiscono tali indennità in misura mensilmente inferiore all'importo dell'assegno di seguito indicato. In tale
ultimo caso può essere richiesta la quota differenziale tra i due importi. Le risorse del nucleo familiare non devono essere superiori al valore dell'indicatore della situazione economica equivalente (ISEE), pari a 16.954,95 euro.
L'assegno, concesso dal Comune ed erogato dall'INPS, è corrisposto a domanda.
Quest'ultima deve essere presentata entro i sei mesi successivi alla nascita o dall'ingresso in famiglia del minore.
L'importo dell'assegno mensile, corrisposto per n. 5 mensilità, è pari a 338,89 euro (prestazione annua 1.694,45 euro).

MODULO DI DOMANDA 2017




CONTRIBUTI PER MINORI RICONOSCIUTI DALLA SOLA MADRE
A chi si rivolge?
Ai minori riconosciuti dalla sola madre che si trovi in situazione di difficoltà socio-economiche.
L'intervento è volto a prevenire disadattamento ed emarginazione.
In che cosa consiste?
Si tratta di un assegno economico erogato dalla Provincia di Treviso di durata determinata e destinato alla cura dei figli. Può concretizzarsi in interventi economici straordinari e pagamento di rette varie (asilo nido, scuola dell'infanzia e comunità educative).
Come si accede?
La richiedente deve rivolgersi all'Assistente sociale del Comune che trasmetterà alla Provincia la proposta di intervento.


 


2) DISAGIO ABITATIVO


ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA

A chi si rivolge?
La L.R. 10/96 prevede la pubblicazione annuale di un bando di concorso per l'assegnazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica a cui possono accedere persone residenti nel Comune di Villorba o svolgenti attività lavorativa prevalente nel territorio comunale.

Sono inoltre previste condizioni particolari, soggettive (relative alla persona richiedente) ed oggettive (relative all'alloggio), che consentono di ottenere punteggio utile in graduatoria.

Nel bando di concorso sono inoltre indicati in dettaglio gli ulteriori requisiti previsti.
In che cosa consiste?

I soggetti collocati in posizione utile nella graduatoria in vigore possono concorrere all'assegnazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica di proprietà dell'ATER, qualora disponibili.
Come si accede?

Gli interessati potranno presentare la domanda ai Servizi Sociali del Comune dopo la pubblicazione del bando annuale ed entro i termini in esso stabiliti.


BANDO DI CONCORSO PER L'ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA ANNO 2016

Si avvisa la cittadinanza che nel periodo dal 07/11/2016 al 07/12/2016 è pubblicato all'Albo Pretorio il Bando di concorso per l'assegnazione in locazione semplice di alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica – anno 2016.  
Per i residenti all'estero tale termine è fissato al 23/12/2016.


La domanda, da produrre in bollo da € 16,00 deve essere redatta su apposito modulo disponibile presso l'Ufficio SUP (Villa Giovannina) e presentata all'Ufficio Protocollo  (Villa Giovannina) nei seguenti orari:
martedì – giovedì e venerdì dalle ore 8,00 alle ore 14,00
lunedì e mercoledì dalle ore 8,00 alle ore 18,00.


I Servizi Sociali sono a disposizione per l'assistenza nella compilazione della domanda il martedì mattina su appuntamento.
Contatti 0422 6179820 – fax 04223 6179860
e-mail:ramadio@comune.villorba.tv.it



MINIALLOGGI COMUNALI

A chi si rivolge?
Persone residenti nel Comune di Villorba da almeno sei mesi e, se stranieri, svolgenti attività lavorativa in Italia da almeno sei mesi. Sono previsti altresì ulteriori requisiti utili ai fini della formazione della graduatoria quali, ad esempio, reddito basso ed emergenza abitativa, e titoli di preferenza quali: sfratto esecutivo, edificio in situazione di antistaticità e sovraffollamento, presenza nel nucleo familiare di invalidi civili e grave disagio sociale.
In che cosa consiste?

Il Comune di Villorba concede a titolo assistenziale, precario e temporaneo, n. 8 minialloggi a singoli o nuclei familiari che si trovino in condizioni di emergenza abitativa, nella misura di 6 alloggi a cittadini italiani e 2 a cittadini stranieri.

L'assegnazione degli alloggi resisi disponibili avviene sulla base di apposita graduatoria approvata dalla Giunta Comunale tenuto conto delle richieste pervenute nei 12 mesi precedenti la riconsegna chiavi.
Come si accede?

Gli interessati dovranno presentare la domanda ai Servizi Sociali del Comune.



CONTRIBUTI REGIONALI PER L'AFFITTO

A chi si rivolge?
Residenti nel Comune di Villorba in possesso dei requisiti previsti dal bando regionale tra i quali: reddito basso e titolarità di contratto di locazione regolarmente registrato.
In che cosa consiste?

Sono previsti contributi per le famiglie che pagano un canone di locazione "oneroso".
Come si accede?

Gli interessati potranno presentare la domanda ai Servizi Sociali del Comune dopo la pubblicazione del bando annuale ed entro i termini in esso stabiliti.



FONDO SOCIALE PER ASSEGNATARI DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA
A chi si rivolge?
È destinato agli assegnatari di alloggi di edilizia residenziale pubblica in gravi difficoltà economiche e sociali, collocati nell'area di protezione e nell'area sociale della L.R. 10/96, nonché ai concorrenti all'assegnazione di un alloggio utilmente collocati in graduatoria.

In che cosa consiste?

È un Fondo Sociale istituito presso i Comuni in base alla legge regionale che prevede l'erogazione di contributi economici ai richiedenti in possesso di specifici requisiti.
Come si accede?

Gli interessati devono presentare istanza all'Ufficio Servizi Sociali.

L'Assistente Sociale curerà l'istruttoria delle istanze pervenute e proporrà l'assegnazione



 3) SCONTI SULLE UTENZE DOMESTICHE

BONUS ENERGIA ELETTRICA
A chi si rivolge?
Alle famiglie residenti nel Comune che siano intestatarie di un contratto di fornitura elettrica (con qualsiasi distributore), esclusivamente per abitazione di residenza, che abbiano un ISEE in corso di validità non superiore ad € 8.107,50 (€ 20.000,00 per famiglie con almeno 4 figli a carico).
In che cosa consiste?
In un contributo economico statale che viene decurtato ratealmente dalla bolletta dell'energia elettrica, e il cui ammontare annuo varia da € 112,00 ad € 175,00, in base al numero dei componenti il nucleo familiare.
Come si accede?
Compilando l'apposito modulo che va consegnato ai Servizi Sociali del Comune, corredato da un documento d'identità, una fattura dell'energia elettrica e l'attestazione ISEE in corso di validità.
N.B.: Bonus energia elettrica per disagio fisico: vedi sezione anziani e disabili

BONUS GAS METANO
A chi si rivolge?
Alle famiglie residenti nel Comune che siano intestatarie di un contratto di fornitura di gas metano (con qualsiasi distributore), esclusivamente per abitazione di residenza, che abbiano un ISEE in corso di validità non superiore ad € 8.107,50 (€ 20.000,00 per famiglie con almeno 4 figli a carico).
In che cosa consiste?
In un contributo economico statale che viene decurtato ratealmente dalla bolletta dell'energia elettrica, e il cui ammontare annuo varia da € 35,00 ad € 248,00, in base al numero dei componenti il nucleo familiare e al tipo di fornitura che viene erogata.
Come si accede?
Compilando l'apposito modulo che va consegnato ai Servizi Sociali del Comune, corredato da un documento d'identità, una fattura dell'energia elettrica e l'attestazione ISEE in corso di validità.


SCONTO FAMIGLIE: FORNITURA DI GAS METANO A FAMIGLIE IN CONDIZIONE DI DISAGIO ECONOMICO.
A seguito di un accordo tra ASCOPIAVE s.p.a., ASCOTRADE s.p.a. e CGIL, CISL E UIL, sottoscritto in data 23/12/2009, è stato istituito uno sconto sulla spesa per la fornitura di gas metano riconosciuto alle famiglie in condizione di disagio economico, residenti nella  provincia di Treviso.
In che cosa consiste?
E' uno sconto di 10 eurocent per ogni standard  metro cubo di gas.
Chi ne ha diritto?
Possono presentare domanda le famiglie intestatarie di un'utenza di gas metano nell'abitazione di residenza che, per l'attuale congiuntura,  si trovino in situazione di disagio economico e che abbiano un reddito ISEE inferiore ad € 25.000,00
Dove si presenta la domanda?
La domanda va presentata esclusivamente presso i CAAF CGIL, CISL e UIL autorizzati nella provincia di Treviso.
DOCUMENTI NECESSARI
- Attestazione ISEE in corso di validità
- Documento di identità
- Codice contratto gas metano
LO SCONTO E' CUMULABILE CON IL BONUS SOCIALE GAS E IL BONUS ELETTRICO.


visualizzazione immagine NEW.JPGBONUS IDRICO
scadenza presentazione domande (erogazione 2018): 15 novembre 2017
Vai ai requisiti necessari >>

Torna a inizio pagina






Copyright © 2017 Comune di Villorba - provincia di Treviso - P.I. 00591590260 - Tutti i diritti riservati | *Klekoo.com