www.comune.villorba.tv.it



Logo del Comune di Villorba

CITTÀ DI VILLORBA

provincia di Treviso



Ultime notizie
 REFERENDUM SULL’AU...

REFERENDUM SULL’AUTONOMIA DEL VENETO DEL 22/10/2017 - DIRITTO DI VOTO PER CATEGORIE DI EL...


 AVVISO IMPORTANTE ...

AVVISO IMPORTANTE AGLI ELETTORI: DOCUMENTI NECESSARI PER VOTARE ED ORARI APERTURA UFFICIO ...



HomePage > Uffici e servizi > Demografici > Polizia mortuaria

 visualizzazione immagine office_ico.gif POLIZIA MORTUARIA

Nel Comune di Villorba vi sono quattro  cimiteri, uno per ciascuna frazione:
1) Cimitero di VILLORBA: mq 12100 (accesso da Via Trento)
2) Cimitero di FONTANE: mq 10000 (accesso da Via Pastro / Piazza Cadorna)
3) Cimitero di LANCENIGO: mq 6600 (accesso da Via Chiesa Lancenigo)
4) Cimitero di CATENA: mq 5000 (accesso da Via Postioma)
I Cimiteri sono aperti e visitabili tutti i giorni dell'anno nei seguenti orari:
Orario invernale (ora solare):
APERTURA: ore 08:00 - CHIUSURA: ore 17:00
Orario estivo (ora legale)
APERTURA: ore 08:00 - CHIUSURA: ore 20:00

Le attività amministrative sono svolte direttamente dall'Ufficio di Polizia mortuaria, secondo le indicazioni derivanti da Leggi, norme e Regolamenti (in particolare dal Regolamento Nazionale di Polizia Mortuaria, dal Regolamento Comunale di Polizia Mortuaria.
L'Ufficio organizza e sovrintende a tutte le concrete operazioni di Polizia Mortuaria nei cimiteri.

Le concrete attività cimiteriali (es. sepolture: inumazioni e tumulazioni; estumulazioni ed esumazioni; recupero resti mortali; deposito ceneri; traslazioni di feretri; ecc.), la pulizia e la custodia dei Cimiteri sono in appalto e svolte dagli operatori della ditta  EURO & PROMOS GROUP s.coop.p.a. , sotto la diretta  vigilanza del Comune (e del servizio di Igiene Pubblica dell'ULS n.9). La ditta ha sede in Udine  (via Baldasseria Bassa n.353, 33100 Udine) e svolge le proprie attività principalmente tramite operatori locali.

Le attività relative alla gestione delle luci votive dei Cimiteri è demandata alla ditta ELETTROTECNICA C. LUX  & C . s.n.c.  con sede a Ponte nelle Alpi (Tel. 0437 – 99478), che può essere contattata per il servizio di illuminazione.

La cura e la manutenzione delle strutture cimiteriali è seguita direttamente dall'Ufficio Tecnico Comunale (Servizio Lavori Pubblici), con il quale l'ufficio di polizia mortuaria si rapporta, con segnalazioni o trasmissione di notizie pervenute da parte della ditta che gestisce le attività cimiteriali o da parte dei fruitori del cimitero.

AMMISSIONE AL CIMITERO (diritto di sepoltura)
Il Regolamento Comunale di Villorba estende – di molto – le previsioni valevoli per tutto il territorio nazionale, secondo le quali l'ammissione avviene solo in presenza di salma/resti/ceneri di persona residente al momento della morte nel comune oppure di persona deceduta nel comune (art. 50 del DPR n.285/1990) e per gli aventi diritto in sepolture private.
Possono essere sepolte nei cimiteri di  Villorba (art.27 Reg. Com.) in fossa, in loculo o in cella-ossario o nicchia cineraria:
1) Persone  decedute a Villorba;
2) Persone residenti al momento della morte a Villorba;
3) Persone non residenti a Villorba, ma che abbiano avuto la residenza a Villorba per almeno 15 anni e abbiano uno stretto familiare (genitore/figlio/fratello sorella) residente a Villlorba e non siano emigrate da oltre 15 anni;
4) Persone non residenti a Villorba, ma precedentemente iscritte a Villorba che si siano trasferite in altro Comune presso Istituto d'assistenza o ricovero, mantenendo la  residenza fino alla morte;
5) Persone non residenti a Villorba che, in quanto non autosufficienti, si siano trasferiti in altro Comune presso l'abitazione di parenti o affini per motivi di assistenza e di cura;
6) Persone non residenti a Villorba che abbiano preso i voti monastici e trasferito quindi la residenza da Villorba presso istituti religiosi o altre idonee sedi per il compimento del proprio ufficio o ministero;
7) Su espressa richiesta dei parenti più prossini, qualora vi sia ampia disponibilità di sepoltura in fossa, il Sindaco può autorizzare la inumazione di salme che abbiano avuto specifica attinenza con il comune di Villorba;
8) Le spoglie mortali (= solo resti o ceneri) di persone non residenti in vita a Villorba, il cui coniuge risulti essere seppellito nel Comune.
Possono essere sepolte  nei cimiteri di Villorba, in tomba di famiglia o in edicola funeraria (sepolture c.d. private):
- le salme, i resti mortali e le ceneri delle persone concessionarie e degli aventi diritto di sepoltura privata (tomba di famiglia; edicola funeraria), indipendentemente dalla residenza e dal luogo della morte.

SEPOLTURA NEI CIMITERI COMUNALI
E' necessario che il familiare (o la Agenzia di onoranze funebre, da questo delegata) provveda a contattare tempestivamente l'ufficio per verificare la situazione relativamente al diritto di sepoltura, l'autorizzazione alla tumulazione/inumazione ovvero alla cremazione; l'autorizzazione al trasporto.
L'orario delle sepolture è fissato dall'Ufficio comunale secondo le esigenze dei familiari e quelle preminenti dell'attività cimiteriale prevista o già autorizzata.
Si ricorda  che l'ordinanza del Sindaco n. 2541 del 21/06/2004 ha stabilito che i funerali possano svolgersi anche nei giorni pre-festivi, mentre di regola non sono ammesse esequie o sepolture nei giorni festivi.
Le attività di sepoltura sono svolte dagli incaricati della ditta che ne ha l'Appalto (Euro&Promos) e sono soggette ad una apposita tariffa, allegata al regolamento comunale approvata dalla Giunta comunale.
Clicca qui per consultare il tariffario

CONCESSIONI CIMITERIALI
Le concessioni cimiteriali riguardano il diritto d'uso di una determinata struttura o luogo, all'interno del cimitero (che è bene demaniale e per questo non cedibile a terzi). Le concessioni hanno durata di tempo determinata (è vietato costituire, come accadeva un tempo, concessioni a tempo indeterminato dette “perpetue”). L'articolo 64 del Regolamento fissa la durata delle concessioni in:
30 anni per le celle-ossario / nicchie cinerarie
30 anni per i loculi
99 anni per tombe di famiglia e edicole funerarie
La concessione del loculo e della celletta ossario è rinnovabile una sola volta, ed alla scadenza della concessione termina il diritto d'uso e il manufatto rientra nella piena disponibilità del Comune.
Perché venga costituita una concessione è necessario che ci sia una richiesta scritta, che venga effettuato il pagamento del canone, il pagamento dei diritti di rogito e che l'atto di concessione venga sottoscritto dagli interessati.
Clicca qui per consultare il tariffario

SEPOLTURA A TERRA (inumazione)
La sepoltura a terra, nelle fosse dei campi di inumazione, ha una durata fissata dalla legge in 10 anni. Non esistendo una voce tariffaria specifica, la sepoltura decennale in fossa è l'unica sepoltura a titolo non oneroso.
Alla scadenza dei 10 anni (rotazione decennale) i resti ossei possono essere inoltrati in sepolture private, ovvero in celletta-ossario ovvero nell'ossario comune.  Dal 2013 l'attività di esumazione che era sospesa (come da Ordinanza del Sindaco n. 23521/2263 del 12/09/2002), viene nuovamente svolta (in seguito ad Ordinanza n. 32238 del 02/11/2012).

CONCESSIONI DI AREE CIMITERIALI PER LA COSTRUZIONI DI TOMBE DI FAMIGLIA APOGEE
L'articolo 61 del Regolamento Comunale prevede che aree cimiteriali “possono essere concesse in uso per la costruzione a cura e spese di privati od enti di TOMBE DI FAMIGLIA AD AVELLO (cioè con sepoltura sotto il piano di campagna ossia  tombe di famiglia apogee” se vi è la richiesta da parte di un residente. La concessione dura 99 anni  (art.64 Reg.Com.) ed è soggetta al pagamento di un  canone previsto dal Tariffario, ed è rinnovabile una sola volta.
(clicca qui per consultare il tariffario)
Le aree attualmente a disposizione sono presenti nei Cimiteri di Catena e  Villorba e sono soggette a prescrizioni tecniche per la progettazione e la realizzazione dei manufatti da parte dei richiedenti.
I residenti pertanto possono inoltrare richiesta al Comune, rivolgendosi all'Ufficio di Polizia Mortuaria, ove sarà possibile ricevere la modulistica ed ottenere le informazioni del caso.

CONCESSIONI DI AREE CIMITERIALI PER LA COSTRUZIONI DI EDICOLE FUNERARIE
La concessione di area cimiteriale per la costruzione di edicola funeraria (detta anche chiesetta privata o cappella gentilizia) a cura del privato ha  durata di  99 anni  (art.64 Reg.Com.). Essa è soggetta al pagamento di un  canone previsto dal Tariffario.
(clicca qui per consultare il tariffario)
Vi sono prescrizioni tecniche per la progettazione e la realizzazione dei manufatti da parte dei richiedenti
Le aree attualmente a disposizione sono presenti nei Cimiteri di Catena e Fontane.
I residenti pertanto possono inoltrare richiesta al Comune, rivolgendosi all'Ufficio di Polizia Mortuaria, ove sarà possibile ricevere la modulistica ed ottenere le informazioni del caso.

CONCESSIONE DI EDICOLA FUNERARIA DEL CIMITERO DI VILLORBA
Nel Cimitero di Villorba sono a disposizione dei richiedenti alcune strutture parzialmente costruite da parte del Comune, soggette alla concessione in uso per 99 anni.
Le edicole funerarie sono date in concessione nello stato attuale con possibile utilizzo della parte sotterranea (n.4 posti tumulo già disponibili) mentre per la parte superiore al piano di campagna (per un massimo di 14 posti–tumulo totali) necessita progettazione e realizzazione da parte dei concessionari.
Dal gennaio 2007 la tariffa della concessione di queste edicole funerarie è stata diminuita di circa il 25 %.
(clicca qui per consultare il tariffario)
I residenti (e le persone che abbiano avuto residenza per almeno 30 anni a Villorba) possono inoltrare richiesta al Comune, rivolgendosi all'Ufficio di Polizia Mortuaria, ove sarà possibile ricevere la modulistica ed ottenere le informazioni del caso.

AGGIORNAMENTO DELLE CONCESSIONI DI SEPOLTURE PRIVATE (tombe di famiglia o edicole funerarie)
L'articolo 72 del Regolamento comunale richiede che venga sempre tenuto aggiornato presso il Comune il nominativo dei o del concessionario e che , in caso di decesso di questo, vengano obbligatoriamente comunicati gli aggiornamenti a favore dei discendenti entro 12 mesi.

RICHIESTA DI ESUMAZIONE ED ESTUMULAZIONE SALMA
- L'esumazione consiste nel disseppellimento dalla sepoltura in terra della salma.
- L'estumulazione consiste nell'estrazione della salma dal loculo o dalla tomba di famiglia.
Le due operazioni possono avvenire in forma ordinaria qualora vi provveda il Comune trascorsi 10 anni dall'inumazione o alla scadenza della concessione del loculo.
Il cittadino ha facoltà di chiedere l'autorizzazione straordinaria di tali operazioni all'approssimarsi della scadenza della concessione o in qualsiasi momento per il trasferimento della salma in altre sepolture (tombe di famiglia nello stesso comune o in altro cimitero di comune diverso) o per la cremazione della salma/resti mortali o per il recupero dei resti ossei. Nel caso di sepolture in edicola funeraria o tomba di famiglia a tempo indeterminato, le operazioni per il recupero di resti possono essere richieste solo dopo 35 anni dalla tumulazione.
È necessario recarsi personalmente presso l'ufficio dove verrà compilata una domanda da presentare in bollo (euro 16,00).
Il costo delle operazioni è a totale carico del richiedente secondo le tariffe allegate al Regolamento, sia nel caso di operazione ordinaria che straordinaria (da gennaio 2009).
In caso di estumulazione strordinaria per traslazione, con utilizzo parziale del tempo previsto dal contratto di concessione del loculo, si ha diritto alla restituzione di una parte della somma versata, come stabilito dal regolamento. E' necessario farne specifica richiesta.
Clicca qui per consultare il tariffario




Copyright © 2017 Comune di Villorba - provincia di Treviso - P.I. 00591590260 - Tutti i diritti riservati | *Klekoo.com